8° Torneo Le Cors dou Heralt 2014


Presentazione conferenza tenuta dal Prof. Ezio GERBORE.

Venerdì 25 luglio ore 21,00, Fénis -Tzanté de Bouva


La persecuzione contro la stregoneria in Valle d'Aosta


All’inizio del XV secolo in Valle d’Aosta si sviluppa una caccia ai seguaci e complici del diavolo. In molti casi vengono accusate di far parte della società malefica donne che guariscono utilizzando semplicemente il loro potere o formule magiche tramandate da tempi immemorabili. L’onda inquisitoria che inizia in sordina, si diffonde rapidamente colpendo un po’ ogni parte della Valle, coinvolgendo abitanti di parrocchie diverse, aggiungendo ad ogni processo nuovi accusati e nuove accuse. Un po’ alla volta, con l’accumularsi di testimonianze sempre più aberranti, si vede costruire lo stereotipo del sabba che ancora oggi è vivo nella nostra immaginazione.

Il fenomeno colpisce anche la comunità di Fénis che vede espandersi la caccia alle streghe nel 1439, coinvolgendo un gran numero di persone tirate in ballo dalle confessioni degli accusati.

La serata che si fonda sull’esame dei verbali originali dei processi, si svolgerà in parte in forma drammatizzata, per offrire una percezione più viva e immediata di un periodo in cui  si viveva con una profonda apprensione di venir coinvolti in qualche modo dalle vicende inquisitoriali.

 

Curriculum Vitae


Ezio Emerico Gerbore si è laureato con una tesi in storia degli insediamenti. Da più di trent’anni si occupa di ricerca sugli aspetti economici e sociali del medioevo valdostano, collaborando con organizzazioni culturali italiane e straniere. Oltre a studi scientifici su irrigazione, allevamento o istituzioni medievali, ha pubblicato vari testi storici individualmente, come Nus – Tessere di storia,CastelliCastello di Cly  o in collaborazione con altri ricercatori, come Il castello di Cly-Storia ed evoluzione di un castello valdostano, La stregoneria nella Valle d’Aosta medievale, Acque di sogno, ricchezza della Valle d’Aosta). Ha inoltre coordinato  ricerche e pubblicazioni monografiche sui comuni valdostani (Fénis-Une communauté au fil de l’histoire, Arvier-Una comunità nella storia), o, in collaborazione, testi di interesse più ampio (Les institutions du MillénaireLe territoire au cours du Millénaire, Le rôle des communautés dans l’histoire du pays d’Aoste).

Negli ultimi anni si è dedicato alla divulgazione con conferenze mirate ad un pubblico non di specialisti o con rappresentazioni teatrali.

Di recente ha pubblicato un romanzo, Cripta, in cui al gusto per il mistero mescola le conoscenze storiche acquisite nel corso degli anni.


Descrizione immagine